skype-valentina-gherardi

7 errori più frequenti nel personal branding

Indice

7-errori-piu-frequenti-del-personal-branding-articolo-valentina-gherardi
Facebook
LinkedIn
Twitter

In occasione di un recente corso di formazione aziendale, mi è stato chiesto: “Quali sono gli errori più frequenti che fanno i professionisti con il personal branding?”. Guandando alla mia esperienza ed ai “casi” incontrati, ecco qui di seguito i 7 errori che riscontro più spesso.

7 errori più frequenti

  1. L’immagine falsa. Non trasmettere un’immagine falsa. L’ho già detto in diversi articoli: conosci te stesso e comunica in base ai valori in cui credi. Se conosci ciò di cui sei capace, puoi usare questo come una solida base per sviluppare il tuo personal brand. E poi lo sappiamo bene, un po’ di introspezione non fa mai male.
  2. Gratificare l’ego. Evita di condividere informazioni non inerenti al tuo brand. Anche se fremi dalla voglia di pubblicare qualcosa di eccentrico dalla tua ultima vacanza (serve solo a gratificare il tuo ego). Comunica seguendo un piano e presta attenzione al contenuto.
  3. Concentrarsi sulla quantità. Assicurati di avviare una comunicazione che sia sostenibile anche in termini di energie e tempo. Arriverà sempre un momento in cui non sarai in grado di tenere il passo con una comunicazione frequente e il tuo pubblico risentirà della tua assenza.
  4. Solo digitale. Comunicare il proprio personal brand non è qualcosa da fare esclusivamente online. Non sottovalutare il valore delle interazioni faccia a faccia, del networking e della costruzione di relazioni inaspettate e a lungo termine. Sviluppa il tuo brand non solo con i post ma anche con le relazioni reali.
  5. Scendere in campo da soli. Non andare in battaglia da solo – porta con te risorse preziose, se possibile. È meglio affidarsi ad uno specialista, piuttosto che inciampare da soli lungo la strada, senza che nessuno capisca cosa stai dicendo.
  6. Prendere e non dare. Il Personal Branding riguarda il dare. Quali valori metti sul tavolo, cosa ti rende unico e perché la gente dovrebbe sceglierti e magari pagarti? E soprattutto, quanta attenzione sei disposto a dare al tuo pubblico?
  7. Agire senza misurare. Monitora i tuoi obiettivi ed analizza i tuoi risultati. Farlo costantemente ti aiuterà a non restare fermo ed accedere sempre al livello successivo.

Il personal branding è un processo continuo ed in continua evoluzione. Come tutte le strategie non è infallibile ed è normale cadere in alcuni errori. Alcuni sono molto frequenti, saperli riconoscere in anticipo ti eviterà di commetterli.

2 risposte

    1. Ma no Flavia! L’entusiasmo va benissimo, è il motore e lo slancio con cui affrontiamo le nostre giornate. Certo, ogni tanto va dosato per non uscire fuori pista, ma assolutamente non perderlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla mia newsletter

APPUNTI CORRELATI

Che ne dici,
vorresti saperne di più?

Per capire se e come posso aiutarti, inviami una mail a hello@valentinagherardi.com o scrivimi al form qui sotto.

VALENTINA-GHERARDI-ICONA-V